Editore Stefano Venneri, Direttore Responsabile Mario Marchioni

» Eventi vari

Oggi è venerdì, 31 ottobre 2014

A Pasqua e Pasquetta ritorna a Conzano ‘’ Mestieranda - Fiera degli Antichi Mestieri’’

A Pasqua e Pasquetta ritorna a Conzano ‘’ Mestieranda - Fiera degli Antichi Mestieri’’ » Eventi vari

10 aprile 2009

Ventiduesima stagione di Mestieranda - Fiera degli Antichi Mestieri, mostra mercato d’artigianato artistico e tipico che ogni anno propone al pubblico del nord Italia la realtà della produzione artistica e artigianale contemporanea. Piemonte, Lombardia, Liguria e Toscana presteranno alcune delle loro "piazze" più belle all’espressione della manualità più autentica (quella classica, che salvaguarda e conserva una tradizione antica, e quella attuale fatta di estro, creatività e sperimentazione di tecniche e materiali), allo spettacolo d’arte di strada (con figure autorevoli del genere e giovani esordienti di notevoli capacità) e all’enogastronomia (con un gruppo di produttori di alimenti e vini di provata qualità). Prima tappa a Conzano (AL). Circoscritto dalla sinuosa linea orizzontale delle colline del Monferrato che disegna i contorni di un verde e un azzurro senza uguali, il piccolo centro sarà il degno scenario dello spettacolo dell’arte: presso la piazza, lungo le vie, e nelle case che vi si affacciano, nei cortili e all’interno dei bellissimi edifici storici, numerosi espositori in mostra. Mostra che conserva il medesimo spirito che la animò ventidue anni fa, vale a dire proporre al pubblico lo spettacolo dell’arte nel suo compiersi: ciascun espositore non si limiterà a esporre i propri pezzi, bensì farà del proprio stand un vero laboratorio in cui racconterà e dimostrerà al pubblico il percorso magico che da un’idea conduce a un oggetto finito, il processo che da un qualsiasi materiale originario estrapola una forma utile e intelligente o semplicemente bella. Artigiani ed artisti provenienti da tutta Italia animeranno i loro laboratori interattivi per illustrare le tecniche della lavorazione della carta, della cera, della ceramica, del cuoio, del legno, dei metalli, della pietra, dei tessuti, del vetro e di altri materiali di recente invenzione o di oggetti finiti decontestualizzati, privati della loro identità originaria per essere investiti di una nuova funzione estetica o pratica. Celebrazione non solo della manualità ma anche dell’ingegno dunque. Questo l’ordito storico in cui si inseriscono le trame rappresentate dalle iniziative "aggiunte" in seno alla stagione 2009 di Mestieranda - Fiera degli Antichi Mestieri, stagione in cui si intende porre il pubblico dinanzi al quadro della realtà contemporanea, proponendo artefici e prodotti delle diverse tendenze dell’Artigianato dei giorni nostri: · quello tradizionale rappresentato da una rappresentanza della "Regione Piemonte Eccellenza Artigiana"; · quello locale e tipico della terra alessandrina e non solo con numerose lavorazioni ricercate quali impagliatura di sedie, lavorazione del rame a freddo, ricami punto bandera e bambole in pezza, pantofole "scapin", ferro battuto, legno e vimini, scultura intaglio intarsio restauro legno ecc. … Verrà allestito, inoltre, il “Cortile dei ricordi” una antica corte animata dal gruppo Amici del Museo con la ricostruzione di scene del lavoro artigiano e contadino (ad es. dalla lavandaia alla filatrice, dal falegname al fabbro, all’impagliatore ecc.) e con il coinvolgimento del pubblico invitato ad unirsi per imparare i gesti del lavoro manuale che ha caratterizzato i processi produttivi industriali. · quello dell’Associazione Nazionale Arti e Mestieri Manuali creativi in strada, ARMESMA, attiva a livello nazionale da una decina di anni, riunisce varie associazioni di artisti artigiani riconosciuti tra i migliori nei loro settori di molte regioni italiane. La passione è l’elemento che accomuna tutte le associazioni per la creazione di prodotti di eccellente manualità, svincolata da ogni logica di tipo imprenditoriale. I manufatti creati e realizzati a mano da ogni artigiano, a livello individuale e famigliare, vengono proposti al pubblico attraverso Mani.fest.azioni. A Conzano saranno presenti numerosi artigiani del comparto, le cui attività vanno dal vetro al cuoio, dalla lavorazione artistica della ceramica a quella del cucito e così via. Non tralasciando i numerosi laboratori nei quali tutti coloro che vorranno potranno cimentarsi in lavorazioni uniche per poi dire di essere stato un artigiano anche se solo per un breve momento. · quello del restauratore e scultore Giovanni Bonardi. Infatti Mestieranda e il comune di Conzano sono lieti e onorati di ospitare un così grande artista. Nei cortili di Villa Vidua Giovanni Bonardi allestirà un’esposizione di restauro d’arte, pittura e scultura su legno. E ancora altre particolarità: Nella mattina del lunedì di Pasqua, sarà presente uno stand delle Poste Italiane per lo speciale annullo filatelico realizzato su disegno dall’artista Torinese Carol Rama. Il Centro e il Comune di Conzano vogliono, così, proseguire la serie di annulli filatelici d’Autore iniziata nell’edizione fieristica del 2000 con l’opera realizzata dal Maestro Emanuele Luzzati e proseguita nel 2001 da Ugo Nespolo, nel 2002 da Marco Porta, nel 2003 da Enrico Colombotto Rosso, nel 2004 da Eugenio Guglielminetti, nel 2005 da Giovanni Bonardi, nel 2006 da Max Ramezzana, nel 2007 da Giovanni Tamburelli e nel 2008 da Ezio Gribaudo. Anche i saloni e le stanze della bellissima Villa Vidua finemente ristrutturata, ospiteranno mostre d’autore. Infatti, mostra dedicata a una delle artiste italiane più importanti dell’ultimo mezzo secolo, Carol Rama (Torino, 1918): una personalità artistica che si misura alla pari con figure internazionali del calibro di Meret Oppenheim e di Louise Bourgeois. L’esposizione Mappe e segni. Carol Rama a Villa Vidua, curata da Alessandra Ruffino e realizzata con la collaborazione dell’associazione Art Motive X.24, presenterà una trentina di opere tra dipinti e opere grafiche, selezionati per far apprezzare l’unicità del segno (della “mano”, si sarebbe detto in altri tempi) della pittrice torinese. Ma, come sempre, Mestieranda - Fiera degli Antichi Mestieri non significa soltanto Artigianato e Arte figurativa e applicata. Per tutta la durata della rassegna, difatti, il percorso sarà animato da numerosi spettacoli e animazioni rivolte sia ai bambini che agli adulti: Il clown Bingo: Uno spettacolo di circo contemporaneo (anzi, di più) completamente diverso da tutti quelli che avete visto fino ad ora. Un artista in pista. Stralunato, simpatico, pasticcione, buono ma autoritario al momento giusto, sempre sorridente, un po’ irriverente, ma mai cattivo o maleducato. Bingo è il suo nome. Il pubblico coprotagonista. Una “Graziella” superaccessoriata. Qualche infuocato giro per riscaldare il cerchio. Numeri di giocoleria folle, fuori da ogni regola con 3 e più clave. Equilibri con un cavalletto fotografico, una pallina da golf e un tappo di bottiglia. Un giro in monociclo… alla cieca. Un po’ di aerobica sui generis (con il diabolo). Una scultura di palloncini impossibile. Battute a raffica. E gran finale con torce e “scaletta del pericolo”. Un tormentone: “E ora qualcosa di completamente diverso”. pericolo". Ramà: Il gruppo musicale “Ramà” propone un repertorio che accosta suggestioni della tradizione occitana a una produzione folk originale. I componenti del gruppo provengono principalmente dalla Valle Maira, una delle vallate occitane piemontesi, caratterizzate da una viva tradizione orale e musicale, legata a leggende e racconti tramandati in lingua d’Oc. L’Occitania è uno spazio culturale e linguistico che da oltre 1000 anni ha come denominatore comune una lingua romanza: l’Occitano. Il suo territorio, che comprende 14 vallate italiane (nelle province di Cuneo, Torino, Imperia), il sud della Francia e la Val d’Aran nei Pirenei spagnoli, a partire dagli anni Settanta, è stato teatro di un notevole fermento culturale: produzione letteraria e poetica e, soprattutto nell’ultimo decennio, un crescente interesse verso quelle che sono considerate le più spontanee e connotative forme di espressione di un popolo: la musica, il canto e la danza. E’ all’interno di questo contesto culturale che nasce il gruppo “Ramà”. Il "Madonnaro" Giovanni Perico propone un’arte di strada ricca di colore, emozione e coinvolgimento per uno spettacolo di qualità, che saprà farsi ricordare. E’ il caso di un’arte pittorica la cui caratteristica è proprio quella di esibirsi con semplici gessetti colorati sulle strade e nelle piazze, riproducendo in modo fedele le opere della più famosa arte pittorica dei secoli. Giovanni Perico offre un momento artistico che si svolge nell’ambito di intere giornate, coinvolgendo, anche bambini, realizzando direttamente le opere sull’asfalto, o su tele o maxi pannelli di legno in modo da poterle conservare nel tempo. “Il gatto e la volpe” che fanno fanno parte dell’associazione “Jele Famo Girà” porteranno in scena a Conzano due spettacoli: “Passpartout” e “Farenhait”. Il primo è basato sulla giocoleria classica e sulla clowneria e presenta un susseguirsi di numeri sempre più spettacolari con vari attrezzi intermezzati da brevi scatch divertenti fino ad arrivare al gran finale, il tutto a ritmo di musiche coinvolgenti. Il secondo è invece uno spettacolo interamente basato sulla giocoleria con il fuoco, e tende ad essere meno comico e più scenografico anche utilizzando musiche e costumi particolari. Il mini circo dei saltimbanchi del gruppo "Las Vegas" con i suoi fachiri, mangiafuoco, incantatori di serpenti e scapologi … uno spettacolo coinvolgente e ricco di azioni mozzafiato. Dopo una lunga tournée che ha toccato gran parte delle città europee in compagnia dei più famosi circhi internazionali, torna in Italia il " Las Vegas Group". Si esibirà con un sorprendente spettacolo di arte magica, fachiri con serpenti ed iguane….e, udite, udite, per la prima volta in Italia, il pubblico assisterà alla novità che lascerà tutti senza fiato……. L’uomo che cammina sul fuoco a piedi nudi!!!!!! Provare per credere…..o meglio, vedere per credere…!!! Gli Incantastorie sono nati dalla passione per la musica folk e dalla voglia di far apprezzare la musica tradizionale piemontese al mondo. Dai pochi strumenti utilizzati nascono semplici melodie capaci di rapire l’animo dei passanti e portarlo indietro nel tempo nell’atmosfera di allegria delle feste contadine. Il quartetto di recente formazione ha un repertorio che mostra le similitudini tra la musica folk piemontese, quella celtica e quella franco-provenzale senza mai cadere nel banale. I musicisti che lo compongono provengono da esperienze musicali molto eterogenee ed e’ grazie a tali esperienze che hanno potuto realizzare un progetto musicale tanto gradevole all’ascolto quanto accurato nei particolari. L’Associazione Artimbanco con Alessia ed Elisa si presenta con l’intento di unire le singole esperienze personali per dar vita a spettacoli di diverso genere adatti ad ogni occasione e ad ogni tipologia di pubblico. Le due animatrici insieme, propongono un tipo di animazione che fa divertire i bambini attraverso lo strumento dell’arte: burattini, musica, danze tradizionali, giocoleria e piccole magie possono dunque divenire strumento di divertimento e di coinvolgimento per grandi e piccini, così da sviluppare al massimo le capacità creative ed espressive di ognuno. Ladri di Cartapesta propongono animazioni e spettacoli di strada utilizzando giocoleria e arti circensi, trampoli, bolle di sapone, burattini e pupazzi. Nel teatro e nelle arti di strada ogni volta è diverso , è un incontro, una novità, non esistono repliche, sono tutte “prime volte” ogni volta è una rinascita. La rinascita di una tradizione antica, quella dei saltimbanchi, dei girovaghi, dei burattinai e dei comici della Commedia dell’Arte che giravano di paese in paese per parlare al cuore dei bambini di tutte le età da 0 a 100 anni. Il Centro Ippico "Capitano Caprilli" di Conzano” allestisce un mini – maneggio, dove i bambini e non solo potranno cavalcare accompagnati da personale altamente specializzato. Un’attività, questa, con finalità divulgativa atta ad avvicinare il pubblico alla bellezza della passeggiata a cavallo. In quest’ottica il circolo ippico "Capitano Caprilli promuove in fiera il "Battesimo della sella". L’attività equestre sarà coadiuvata da momenti di puro spettacolo manuale con la presenza del maniscalco e del sellaio. Inoltre… per il divertimento dei più piccolini, sarà installato un grosso gonfiabile per mantenere caldi ed allenati i muscoli con infinite e divertenti discese. …e per arricchire ulteriormente questo clima di festa, l’organizzazione ha predisposto un apposito SPAZIO LIBERO dove chiunque, professionista o no, potrà presentare un suo spettacolo, discorso, sermone ecc. per il divertimento proprio e del pubblico. Le prenotazioni sono accolte presso la segreteria della fiera o telefonando al n° 011/85.11.60. Il pubblico sarà accompagnato nella sua visita alla fiera dalla cartina del percorso e potrà esprimere la sua preferenza votando mediante l’apposito coupon il migliore mestiere - "Vota il Mestiere 2009" - e partecipare così all’estrazione dei trenta e più premi di artigianato offerti dagli espositori. Infine, da qualche anno Mestieranda - Fiera degli Antichi Mestieri rivolge lo sguardo verso la branca alimentare dell’artigianato, verso l’enogastronomia, ospitando un gruppo di produttori di alimenti tipici e di espositori di alimenti provenienti da diverse regioni d’Italia; queste le specialità: miele, pasticceria artigianale assortita, dolci tipici piemontesi, vino, salumi tipici, farinata, formaggi di qualità, prodotti tipici sardi, prodotti tipici calabresi, formaggi d’alpeggio, prodotti tipici valdostani, prodotti tipici siciliani affettati misti, ecc. inoltre…. pop corn e zucchero filato… Chi vorrà degustare prelibati piatti locali ed assaporare buon vino, potrà inoltre usufruire dei numerosi punti ristoro curati dalle associazioni pro loco monferrine e dai ristoranti locali. Un servizio di navetta (gratuito) permetterà ai visitatori di raggiungere la Fiera dai numerosi comodi parcheggi situati nei pressi della manifestazione. Conzano (Alessandria) è un paese situato nel cuore del Monferrato a pochi chilometri dalle principali province del Piemonte, della Lombardia e della Liguria e facilmente raggiungibile attraverso la rete autostradale (caselli di Alessandra, Casale). La manifestazione si terra’ con qualunque condizione di tempo.

» Crea un commento




  • Leave this field empty

Newsletter

  • Leave this field empty